Epidemia di Ebola, Senegal e Guinea Bissau adottano misure restrittive

ebola

Ieri vi abbiamo informato della terribile epidemia di ebola che si sta diffondendo in Guinea Conarky, mietendo decine di vittime e rappresentando un focolaio drammatico per tale malattia di difficile attenuazione. Sebbene le autorità di Conakry abbiano più volte affermato che attualmente la febbre emorragica è stata circoscritta nella sola capitale, e che gli sforzi per la prevenzione si sono decuplicati, il Senegal e la Guinea Bissau hanno adottato delle misure restrittive che limiteranno i rischi di diffusione del virus.

Per quanto concerne la prevenzione, diversi passi in avanti sono stati effettuati nel Paese, vietando di fatto il consumo di carne di roditori (privilegiato veicolo di trasmissione della malattia): sono pertanto finiti al bando le assunzioni di topi, pipistrelli, aguti, ma anche carne di scimmia cruda, spesso consumata nelle aree forestali. Roditori e pipistrelli costituiscono una seria minaccia per la trasmissione del virus, mentre quella da uomo a uomo avviene generalmente con lo scambio di fluidi corporei infetti.

Ricordiamo che l’ultima grave epidemia di Ebola risale al settembre 2012, quando in Congo morirono 31 persone in meno di due settimane.

Lascia un commento